Associazione a delinquere e truffa, in manette l’ex questore Micillo

Arrestato per truffa alle assicurazioni l'ex questore di Viterbo, Raffaele Micillo, accusato di associazione per delinquere e frode assicurativa.

748

Arrestato per truffa alle assicurazioni l’ex questore di Viterbo, negli anni dal 2012 al 2013, Raffaele Micillo.

Micillo, in pensione dall’aprile del 2016, è accusato di aver dato vita ad un’associazione per delinquere finalizzata alla frode assicurativa, alla simulazione di reato e alla truffa insieme agli ex poliziotti Federico Ricciuto e Vincenzo Barbato. Tutti sono ora agli arresti domiciliari su ordine del gip di Roma Flavia Costantini.

Secondo l’accusa i tre, tra il 2016 e il 2018, avrebbero danneggiato le palestre di cui erano titolari, in via Boccea e in via Prenestina a Roma, per ottenere risarcimenti dalle assicurazioni.

I responsabili hanno imbrattato con vernici i pavimenti ed i soffitti delle palestre, rotto attrezzi ginnici, staccato il parquet e tagliato gli schienali dei macchinari.

A insospettire gli inquirenti, anche il fatto che tra il 2016 e il 2018 i presunti atti vandalici erano avvenuti sempre con le stesse modalità.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui