Associazione giovani diabetici, a spasso per la Città dei Papi per fare prevenzione

142

Fare prevenzione al diabete ascoltando la splendida storia di Viterbo. Questo lo scopo della passeggiata di ieri nell’ambito della manifestazione Walking Friends che ha visto protagonisti gli associati dell’Associazione giovani diabetici della provincia di Viterbo.

“Questa manifestazione è proprio in linea con il messaggio che vogliamo dare”, ha detto il direttore generale della Asl di Viterbo Daniela Proietti. Da sempre infatti l’attività fisica è stato uno dei pilastri su cui si basa la terapia per curare il diabete ed anche un mezzo per prevenire la malattia. “Questa iniziativa, che rientra nel piano di prevenzione della Regione Lazio a cui partecipa anche la nostra Asl – ha detto il direttore del centro diabetologico della Asl di Viterbo Claudio Grande – ha lo scopo di promuovere questa cultura del cammino, che può essere molto efficace per la prevenzione e la terapia delle malattie croniche”. Ai partecipanti alla camminata di ieri è arrivato anche il saluto del sindaco Giovanni Arena che li ha incontrati a San Sisto. “Non posso che ringraziare l’Associazione giovani diabetici per il lavoro che ha sempre svolto nella nostra città – ha detto – e anche per la sua opera di prevenzione. Diverse persone a Viterbo hanno scoperto di avere il diabete proprio grazie alle loro iniziative”.

Soddsfatto dell’esito della manifestazione anche il Presidente dell’Associazione giovani diabetici di Viterbo, Bruno Vincenti. “Sono ormai 30 anni – ha detto – che cerchiamo di operare, anche grazie al supporto dell’infaticabile Lina Delle Monache, per la prevenzione e per migliorare la vita delle persone con diabete. Dopo tanti anni si avvera il mio sogno di avere un centro di assistenza che ci invidiano in tutta Italia e anche la presenza di tante persone a questa camminata testimonia che stiamo facendo un buon lavoro. Proprio a questo proposito volevo anche ringraziare la guida turistica Michele Ranucci e l’istruttore Nordic Walking Domenico Meschini”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui