Attenzione ai Pesci d’aprile oggi!

177

Attenzione! I pesci d’aprile possono spuntare oggi in ogni momento, ovunque e dove meno te l’aspetti, anche in casa, visto che siamo tutti in quarantena.

Ma come nasce questa strana tradizione? Perchè proprio il primo giorno di aprile è dedicato agli scherzi?

È un’usanza molto antica. Si chiama pesce d’aprile, in Italia, “poisson d’avril” in Francia, “April Fool’s day” (“il giorno del buffone di aprile”) in Inghilterra.
Si festeggia anche in molti altri Paesi.

Probabilmente questa usanza risale addirittura alla fine del XVI secolo: in Francia, il primo giorno dell’anno era il 25 marzo e si festeggiava fino al 1° aprile con banchetti e scambi di doni.

Nel 1564, re Carlo IX decise di adottare il calendario gregoriano e di spostare il Capodanno al 1° gennaio, ma molti suoi sudditi non furono d’accordo e furono presi in giro dagli altri.

Proprio in occasione del 1° aprile, venivano inviati, a chi non aveva accettato il cambiamento, regali particolari o grandi pacchi vuoti con inviti a feste inesistenti.
Scherzi fatti con i fiocchi!
In quel periodo dell’anno, inoltre, il sole abbandona il segno dei Pesci per entrare nell’Ariete: per questo motivo le vittime di quegli scherzi furono chiamate “pesci d’aprile”.

Secondo altri, la tradizione riguarderebbe il beato Bertrando di San Genesio, patriarca di Aquileia dal 1334 al 1350, il quale avrebbe liberato miracolosamente un Papa che stava soffocando a causa di una spina di pesce; per gratitudine, il pontefice avrebbe decretato che ad Aquileia, il primo aprile, non si mangiasse pesce.

Via ai pesci d’aprile, dunque, ma senza esagerare…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui