Auguri alla signorina Silvani, Anna Mazzamauro, sogno del ragionier Fantozzi

254

Il sogno di Fantozzi, la donna amata e desiderata dall’imbranato e noto ragioniere, la signorina Silvani, alias Anna Maria Mazzamauro, compie oggi 82 anni. È nata a Roma, 1º dicembre 1938.
Con una valanga di riccioli scuri, il viso particolare, il corpo magro e flessuoso, l’impiegata vamp della serie di film su Ugo Fantozzi, è stata oggetto della corte serrata del ragioniere, non molto felicemente sposato con la paziente e dolce Pina.

Pensate che Anna Mazzamauro si era in realtà presentata al provino per interpretare lamoglie e invece si è trovata a essere l’agognata “amante” del ragioniere, ottenendo una nomination al Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista nel 1976 per Fantozzi e nel 1994 per Fantozzi in paradiso.

Da doppiatrice litiga con Fellini perché al regista non piaceva la sua voce e gli dice di andare da sua moglie, più vecchia e meno brava di lei, sbattendo la porta. L’aiuto regista di Fellini era presente. Quando quest’ultimo va a lavorare con Salce, si ricorda di quella “pazza”. E così nasce la signorina Silvani.

Eppure, strano ma vero, Fantozzi e la Signorina Silvani, fuori dal set, non sono mai stati amici. Anzi…come ha rivelato l’attrice, non hanno mai “legato”.

Oltre a essere una brava attrice e caratterista in ruoli comici, la Mazzamauro si è distinta anche in numerosi ruoli drammatici al cinema e in teatro.

Inizia la carriera di attrice sul finire degli anni Sessanta, nella capitale, aprendo un piccolo teatro in centro: Il Carlino.

In questo laboratorio sperimentale, muovevano i loro passi anche Elio Pandolfi, i Vianella (Wilma Goich e Edoardo Vianello) e Bruno Lauzi.

Nel 1968, però il teatro va praticamente distrutto a causa di un incendio. La compagnia chiude e la Mazzamauro si trova disoccupata. Continua però a fare cabaret. Paolo Villaggio, caro al pubblico soprattutto nelle vesti di Fracchia e Fantozzi, la sceglie poi per interpretare la signorina Silvani. L’attrice ha mantenuto il simpatico ruolo per quasi tutta la saga, dal 1975 al 1999, ad eccezione dei film Fantozzi contro tutti (1980) e Superfantozzi (1986), mettendo in evidenza la sua autoironia e la innegabile bravura artistica.

Fra le interpretazioni più interessanti inoltre ricordiamo quelle in Raccontare Nannarella, un monologo dedicato ad Anna Magnani e Carmen; interpreta magistralmente anche Cyrano de Bergerac, parte certamente non facile per una donna.
E poi commedie musicali, film, serie televisive, spettacoli teatrali.

Nel 2015, durante le riprese del film Poveri ma ricchi, si sovrappone fortuitamente alla battuta di un altro attore, il quale la strattona e la picchia su un orecchio.

Dopo l’accaduto, i medici riscontrano
la lesione del menisco dell’orecchio. A seguito di questo trauma e a causa di danni permanenti, purtroppo l’attrice è costretta, quando non recita, a portare il bite.
Auguri dunque all’impiegata vamp più simpatica e famosa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui