Auguro un tumore a tutti coloro che non vogliono lo sbarco della Open Arms, se poi colpisce i figli meglio ancora”

2736
Da Prima Pagina News 

Sono queste le parole scritte da Fabrizio Ciuffardi militante PD sulla sua pagina Facebook. Naturalmente la cosa è diventata virale, e anche un caso politico nazionale, soprattutto per la sinistra italiana che ha allevato in questi anni personaggi di questa risma e di questo spessore umano e culturale.

Sono queste le parole scritte da Fabrizio Ciuffardi militante PD sulla sua pagina Facebook. Naturalmente la cosa è diventata virale, e anche un caso politico nazionale, soprattutto per la sinistra italiana che ha allevato in questi anni personaggi di questa risma e di questo spessore umano e culturale.

“Auguro un tumore a tutti coloro che non vogliono lo sbarco della Open Arms, se poi colpisce i figli meglio ancora”
Guarda la fotogallery

Matteo Salvini non usa mezzi termini: “Loro sarebbero i “democratici” e io invece il pericoloso “razzista-fascista”. Mi fate pena, l’Italia non merita di rivedervi al governo”.

Al commento di Matteo Salvini, che ha ripostato la frase di Fabrizio Ciuffardi ha ottenuto in meno di 16 ore oltre 33mila “Mi piace”, e una valanga di commenti. Nel frattempo, per fortuna, il profilo di Ciuffardi è stato bloccato e segnalato sia alla polizia postale, sia al Nazareno, sede nazionale del Pd.

Sulla vicenda ha preso posizione il circolo del Partito democratico di Somma Lombardo che condanna fermamente “quanto espresso, a titolo esclusivamente personale, dal signor Ciuffardi”.

Le sue parole -dice il PD scaricando il proprio iscritto- non esprimono minimamente i valori e i principi del nostro partito. È ovvio a chiunque che non si possa, in nome dell’umanità nei confronti dei migranti della Open Arms, augurare nello stesso tempo la morte ad altri, persino bambini. Purtroppo, il clima d’odio che serpeggia pericolosamente in maniera sempre più evidente nel Paese genera mostri e mostruosità che condanniamo decisamente.

Il signor Ciuffardi non rappresenta il nostro pensiero. Noi crediamo profondamente nello slogan “Restiamo umani”, rivolto a tutti, di qualunque colore della pelle o di partito siano, perché Rispetto e Umanità sono alla base di chiunque voglia costruire una società civile fondata sui valori della nostra Costituzione”.

Quello che è accaduto- e su questo ha pienamente ragione Salvini- è di una gravità pesante e gravissima. Perché alimenta odio, crea odio su odio, e porta il Paese verso il baratro.

Augurare il cancro a qualcuno è come volerlo uccidere, volerlo morto, e in questo caso volerne la morte anche dei suoi figli. Che Paese è mai diventato il nostro? Se ne è reso conto il Presidente Conte? E il Ministro Bonafede? E il Ministro Lamorgese? Ma dove sta il Governo? E che fine ha fatto il Parlamento? Certo, portare Matteo Salvini a processo per aver difeso il Paese e i confini dello Stato è stata una decisione poco utile al rasserenamento degli animi in questo nostro Paese.

Non sappiamo come andrà a finire il processo contro Salvini, ma sappiamo che il Paese non può più sopportare ulteriori violenze morali da nessuno. Se uno come questo signore, Fabrizio Ciuffardi, si permette di scrivere queste cose, allora il rischio è che, la prossima mossa di chiunque altro come lui la pensi allo stesso modo, sia una violenza peggiore.

Bene ha fatto la polizia postale a bloccare il profilo di questo signore e bene farà la magistratura a valutare con grande serenità la posizione dell’ex ministro dell’interno Matteo Salvini, la cui unica colpa è secondo noi quella di aver difeso il suo Paese.

Il nostro Paese. E di averlo fatto strenuamente e con grande coraggio civile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui