Aumenti in Comune, un manifesto scatena l’ira del sindaco Arena

Un elenco di spese ingiustificate, secondo l'anonimo accusatore, al quale il primo cittadino replica, punto per punto

436
Il sindaco Arena inizia la giornata con il dente avvelenato e non risparmia commenti al vetriolo.
A suscitare la sua stizzita reazione, un manifesto, pubblicato in questi giorni, in cui fanno bella mostra tutti i presunti aumenti introdotti dalla nuova amministrazione.
Si parte da un +7,40 di incremento della tassa sui rifiuti,  ad un +100 della tassa di soggiorno e così via, fino ai 200.000 euro elencati per la segreteria esterna.
Il primo cittadino non ci sta e ribatte, punto per punto, a tutte le cifre elencate:
“MAI FIDARSI DI COLEI CHE DISTORCE LA VERITÀ SAREBBE CAPACE DI QUALSIASI NEFANDEZZA! Chi spende migliaia di euro per cartelloni pubblicitari e scrivere queste cretinate è in mala fede ed è una vigliacca ed ha soldi da buttare.
Esempio: il costo di 200,000 euro per la segreteria è relativo a due persone che lavorano per cinque anni,l’aumento della tassa di soggiorno la pagano i turisti e il ricavato viene investito sulla città, le indennità e non stipendi, della giunta non sono aumentate, ma riportate come erano 20 anni fa.
L’aumento dell’acqua è stato deciso da tutti i sindaci della provincia,per le manutenzioni necessarie agli acquedotti.
L’aumento della tassa dei rifiuti è scaturito dall’aumento subito da tutti i comuni della provincia , preteso dagli impianti per lo smaltimento.
Il costo per consulenze è meno di quello che il comune ha sempre speso per diversi incarichi obbligatori per legge.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui