Avevano mezzo chilo di marijuana, coppia arrestata dalla Polmare

Arrestati entrambi per spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria che ha convalidato l’arresto e disposto a seguire l’obbligo di firma per il detentore dell’ingente quantitativo di stupefacente.

96

Eseguiti in questi giorni dal personale dell’Ufficio di Polizia di Frontiera di Civitavecchia, diretto dalla Dottoressa Lorenza Ripamonti, due arresti per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico sono stati inoltre sequestrati: un ingente quantitativo di marijuana pari a 477 grammi, un bilancino di precisione e 45 bustine di plastica trasparente. La vicenda ha preso l’avviso quando alcuni operatori della Polizia Giudiziaria dell’Ufficio, nell’ambito della loro attività istituzionale, hanno notato una coppia a loro conosciuta come dedita al consumo e alla detenzione di stupefacenti che camminava frettolosamente nei pressi del varco Fortezza. Insospettiti, non appena la coppia si è seduta su una panchina in evidente attesa di qualcuno, si sono appostati in modo da avere una visione a 360 gradi del luogo fino a quando non è sopraggiunta una macchina, il cui conducente, si fermava in doppia fila e apriva lo sportello lato passeggero per consentire all’uomo della coppia di salire.
Gli agenti sono intervenuti quando è apparso loro evidente che tra i due stava avvenendo uno scambio di banconote e di due piccoli involucri neri contenenti una sostanza che si è poi rivelata essere cocaina. Il conducente dell’autovettura è stato subito subito fermato e contestualmente è stata bloccata anche la coppia per essere condotta in Ufficio per ulteriori accertamenti. Nella borsa della donna sono stati trovati 1,72 grammi di marijuana e 1,70 grammi di hashish nonché uno spinello di tabacco misto a marijuana. Nei suoi confronti si è proceduto per via amministrativa mentre la perquisizione dell’abitazione del suo compagno ha portato alla scoperta dell’ingente quantitativo di marijuana e dell’altro materiale sequestrato. Senza risultanze, invece, la perquisizione nell’abitazione del conducente dell’autovettura.
Arrestati entrambi per spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria che ha convalidato l’arresto e disposto a seguire l’obbligo di firma per il detentore dell’ingente quantitativo di stupefacente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui