Bagnoregio: Casa Civita, il neonato che farà bene al business del turismo

Nasce "Casa Civita", la nuova società controllata al 100% dal Comune di Bagnoregio, che gestirà tutti i servizi turistici e artistico-culturali del paese.

230
bagnoregio civita

Nasce “Casa Civita”, la nuova società controllata al 100% dal Comune di Bagnoregio, che gestirà tutti i servizi turistici e artistico-culturali del paese. Presentata stamattina alla Casa del vento di Bagnoregio, è l’ultimo atto dell’amministrazione targata Bigiotti. Tra le funzioni della società in house, il controllo del servizio di trasporto pubblico con tanto di bus elettrici fatti su misura per i centri storici.

Un progetto molto ambizioso, visto che la società ha come obiettivo la presa in gestione dei servizi turistici dell’ intera provincia e delle zone limitrofe. “Uno strumento straordinario per un comune piccolo come il nostro – ha sottolineato il sindaco – Generalmente questo tipo di società le hanno solo le grandi città italiane ed europee”.

Un progetto che si accompagna al rinnovo del parco-vetture del trasporto pubblico: pronto un accordo con una azienda esterna, che fornirà nuovi pulmini elettrici progettati “ad hoc” per circolare nei centri storici. La nuova mobilità – gestita direttamente dalla nuova Srl – punta a collegare le diverse realtà turistiche sparse nell’area: Orvieto, Viterbo, fino alla bassa Toscana.

Arriveranno al massimo entro luglio i mezzi capaci di garantire un servizio di eccellenza e pulito. Veicoli che consentiranno maggiori introiti per le casse di Bagnoregio. L’accordo, infatti, prevede che il 25% del ricavato dalla vendita dei biglietti finisca direttamente in tasca al Comune. “Loro comprano i mezzi, mettono il personale e assegnano il 25% del lordo incassato al comune. Abbiamo davvero cercato di ottenere il meglio”, ha concludo Bigiotti.

Un guadagno sostanziale, visti gli introiti provenienti dai numerosi turisti che da cinque anni a questa parte accorrono a  visitare la “città che muore”. E il servizio di trasporto è essenziale per fare arrivare migliaia di visitatori dai parcheggi, situati fuori dal centro storico, fino a Civita: il borgo che attira un milione di turisti l’anno.

La nuova creatura dell’amministrazione uscente verrà lasciata in eredità alla giunta che si insedierà dopo le prossime comunali. Una sfida stimolante per i i nuovi arrivati, una sfida da raccogliere con cura e determinazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui