Bandiere blu: nel Lazio premiati 11 Comuni, nessuno del litorale viterbese

160

Tra i lidi pontini: l’isola di Ventotene, Sperlonga, San Felice Circeo, Sabaudia tanto per citarne alcuni mentre sul litorale romano: Anzio, Lido di Lavinio e Lido dei Pini.

Il riconoscimento della Ong internazionale si ottiene sulla base di vari requisiti, in particolare un mare “eccellente” negli ultimi quattro anni, l’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, raccolta differenziata, vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi.

Complessivamente in Italia sono 416 contro i 407 dello scorso anno i lidi e le località lacustri con acqua cristallina, circa il 10% dei riconoscimenti a livello mondiale.

Al top nel nostro Paese sempre la Liguria che conferma 32 località, in seconda posizione sale la Campania con 19 Bandiere superando la Toscana che scivola al terzo posto con 17 vessilli blu ex aequo con la Puglia.

A seguire Le Marche (16 bandiere), la Calabria (15), la Sardegna riconferma 14 località, dieci i luoghi premiati in Sicilia.

Bandiere blu anche per 81 approdi, riconoscimenti che per la Fee dimostrano che “la portualità turistica ha consolidato le scelte di sostenibilità intraprese, rispondendo ai requisiti previsti per l’assegnazione internazionale, garantendo la qualità e la quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale”.

Nei 32 criteri di valutazione presi in considerazione anche strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata, educazione ambientale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui