Buona la prima partita persa 7 a 1 per qualche errore difensivo

Baseball, Wiplanet si arrende lottando al Nettuno

116

Non è contro il Nettuno 1945 che il Wiplanet Montefiascone doveva rifarsi delle sconfitte di Paternò, ma la squadra di casa nella domenica appena trascorsa ha certamente fatto vedere buone cose, insieme però a incertezze difensive che a Paternò non erano emerse. Dobbiamo dire che ai giallo-verdi mancavano, in quanto infortunati, pedine importanti come Bryan Gomez (in battuta), più Tabarrini e Fanali (sul monte).

Nonostante le assenze falische ed i favori del pronostico, a Montefiascone i tirrenici hanno dilagato solo nella seconda partita, mentre nella prima al terzo inning il punteggio era 1 a 0 per i giallo-verdi: in base per ball Vincenti, spinto in terza dal singolo di De Simone (3 su 3 alla fine per il Dh) e a casa da un lancio pazzo. Ma il Nettuno segna 3 punti al terzo (senza l’errore difensivo sarebbe stato uno zero), due al quarto e altrettanti al sesto, complice la scarsa vena della difesa che regala 4 errori.

Ottimi i lanciatori falisci, sia il partente Andretta (5,2 RL, 8 BVC, 6BB, 6K) che il rilievo Michele Carletti (3,1 RL, 2 BVC, 2BB, 1 K).

Senza storia il secondo incontro, dove Nettuno segna 9 punti al primo inning approfittando della giornata no del lanciatore Polanco (2 RL, 6 BVC, 6BB, 1K) rilevato poi da Matteo Carletti (3,1 RL, 9BVC, 1BB, 3K) e Lanzi (1,2 RL, 1 BVC, 1BB, 1K). I 9 punti del 1° inning chiudono di fatto la gara che si concluderà 19-1. Da segnalare nel box il nettunese Gabriel Lino (5 su 6 e un fuoricampo), mentre per i giallo verdi le valide sono venute da Vincenti (2 su 3) e ancora De Simone (4 su 5 per lui nella giornata).

Dobbiamo sottolineare che i due lanciatori stranieri del Nettuno, gli statunitensi Kurt Heyer e Lars Liguori, sono certamente di altra categoria.

Abbiamo giocato contro una squadra favorita dal pronostico – ha dichiarato il manager Licciardi – e nella prima partita, con un Andretta ottimo, abbiamo retto bene il confronto, andando anche in vantaggio 1 a 0 fino al terzo; poi qualche errore di troppo della difesa ha concesso al Nettuno quei punti che non siamo riusciti a recuperare, nonostante il giovane Michele Carletti sia riuscito a tenere a zero l’attacco nettunese. Nella seconda non siamo stati mai in partita: una brutta partenza del lanciatore Polanco ha concesso 9 punti agli avversari e la partita è finita lì, anche perché i due lanciatori stranieri degli avversari hanno mostrato di valere il loro ricco palmares.

Abbiamo perso altre due partite, ma certamente i ragazzi saranno pronti a dare sempre il meglio; non bisogna perdere entusiasmo per i risultati avversi, il lavoro paga sempre”

Anche il Paternò mantiene il punteggio pieno battendo fuori casa l’Academy Nettuno per 5 a 4 e 6 a 3 al 10° inning: per la prossima domenica si preparano due scontri diretti, con Il WiPlanet che ospiterà l’Academy e il Nettuno 1945 il Paternò.

Sconfitta netta anche per la squadra di serie C, 19 a 0 a Nettuno contro i Lions, che avevano superato 21 a 1 l’Arezzo, mostrandosi così come la favorita del girone.

La serie C giocherà anche il 2 giugno a Montefiascone alle 15, 30, proprio contro l’Arezzo, sperando di confermare la buona prova dell’esordio contro il Siena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui