Bernardi (candidato Fdi): “Confido nelle nuove generazioni e nel nostro progetto”

131

“Come rappresentante di Gioventù Nazionale miro a ridare una voce ai giovani all’interno del comune – dichiara Federico Bernardi, candidato Fdi, continuando anche un progetto avviato tempo fa da Luca Giampieri.

La destra civitonica sta aumentando il proprio consenso in maniera esponenziale ed il contributo dei ragazzi è fondamentale in questo percorso di crescita.

Da tempo, insieme agli altri esponenti di GN abbiamo intrapreso un percorso mirato al riavvicinamento con la politica che sta mostrando in maniera evidente i suoi frutti: il nostro movimento è cresciuto e anche nelle scuole, dove svolgiamo costantemente attività di volantinaggio, assistiamo ad un gradimento ed un interesse in progressivo aumento.

La più grande soddisfazione è stata ricevere apprezzamenti sul lavoro svolto, evidenziata dalle continue nuove adesioni al nostro movimento giovanile.

Anche le proposte individuate nel programma sono caratterizzate da quest’impronta di attenzione verso i ragazzi.

Innanzitutto quelli affetti da sindrome di down, che saranno coinvolti al pari degli altri attraverso la stipula di convenzioni con il comitato para olimpico e lo Special Olympics Italia, al fine di creare una sinergia e la concretizzazione di progetti specifici.

Dopodichè vorrei riqualificare – continua il candidato – gli impianti sportivi/palestre delle scuole e procedere ad una rimodulazione dell’orario per il trasporto pubblico verso i centri sportivi.

L’obiettivo è quello di rendere il comune presente nelle attività tra le scuole e le associazioni sportive, con la creazione costante di eventi spalmati durante tutto il corso dell’anno.

Tra le proposte abbiamo inserito anche la realizzazione di un impianto di padlle, attraverso un finanziamento specifico, così da fornire alla cittadinanza un ulteriore impianto sportivo.

Si punterà anche a ridare decoro urbano ai giardini per creare dei “percorsi verdi”, così anche per poter permettere l’attività sportiva all’aperto.

Infine, un mio sogno nel cassetto: la Cambridge University ha rinvenuto nel sottosuolo nella vicina Fabrica di Roma i resti dell’antica città Falisca con una superficie grande quasi la metà della mitica città di Pompei.

Un’idea che cullo da questa estate, e spero di poter concretizzare è quella dell’attivazione di una sinergia con il comune di Fabrica al fine di creare un polo turistico allargato di livello nazionale, come già sperimentato con successo a Tarquinia e in altri città della Tuscia.”

Fratelli d’Italia – Civita Castellana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui