Bianchini: “Basta documenti confusi. Il mercato ha bisogno di chiarezza e liquidità”

208
paolo bianchini

La comunicazione di Paolo Bianchini:

M.I.O | Movimento Imprese Ospitalità: ”Le Regioni prendono pieni poteri con un documento striminzito, in attesa di nuove disposizioni tramite Dpcm quando quello precedente deve essere ancora firmato e siamo a 2 giorni dalle ipotetiche aperture!

Produttori-Distributori-Ristoratori sono incatenati alle evidenti difficoltà economiche (pregresse) e casualmente dopo mesi di “morti e blindature domestiche” – il covid – (con questo nuovo accordo) svanisce nel nulla!

Vogliamo aprire, ma con regole chiare e certe perché in questo modo continuate a spingerci nel baratro!

Non vogliamo documenti confusi nei quali leggiamo parole tipo “privilegiare”, “potrà”; qui c’è poco da privilegiare, lo Stato deve assumersi la responsabilità di dirci cosa possiamo fare nei locali senza ‘scaricare’ (su di noi) le responsabilità civili e penali, ma soprattutto ci deve aiutare con la liquidità (passata e futura).

È ora di farla finita con questo modo evasivo attraverso linee guida incerte!
Avete speso soldi pubblici per le task force (450 membri) e alla fine chi decide? I governatori delle Regioni?
Perfetto, restituite immediatamente i soldi agli italiani, non è ciò che ci meritiamo, questo gioco al massacro deve finire.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui