Bilancio, rendiconto consuntivo: scaduti i termini. La Giunta di nuovo a rischio?

Dopo i continui solleciti da parte del prefetto Giovanni Bruno, ieri pomeriggio la maggioranza si è riunita presso la Sala d’Ercole per prendere atto dell'urgenza ed evitare continui ritardi.

448

Si ritorna a parlare di bilancio. Dopo la “via Crucis” per l’approvazione del rendiconto provvisorio – votato sul filo del rasoio, nei giorni precedenti la Pasqua – un altro passo necessario da compiere: entro la fine del mese dovrà essere portato a termine  e varato dal consiglio comunale il prospetto consuntivo, ovvero un resoconto che certifica le entrate e le spese sostenute dalla gestione di Palazzo dei Priori.

Anche in questo caso, il tempo sembra remare contro l’amministrazione: infatti il termine ultimo per l’approvazione del bilancio consuntivo è già scaduto il 30 aprile. Dopo i continui solleciti rivolti al sindaco Arena da parte del prefetto Giovanni Bruno, la maggioranza si è riunita ieir nel tardo pomeriggio per fronteggiare l’urgenza e scongiurare altri rischi.

Dall’incontro è emerso che l’attuale amministrazione dispone di circa 6 milioni di euro di avanzo, recuperati da spese mai effettuate. Il vice sindaco e assessore al bilancio Enrico Maria Contardo prevede di utilizzare tale somma per interventi urgenti (soprattutto di  manutenzione stradale) necessari per la città. Rimarrebbero così a disposizione venti giorni  per presentare in tempo il documento finale in consiglio dopo il passaggio in seconda commissione.

“Vogliamo concludere il percorso entro la fine del mese. Dobbiamo riuscirci per il bene dei viterbesi”, ha sottolineato Contardo.

Salvo imprevisti, potremmo aggiungere noi. Se così non fosse, infatti, l’incubo del commissariamento tornerebbe a palesarsi. E sarebbero guai seri, che la città non merita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui