Ribadita la netta contrarietà all'impianto durante un Consiglio congiunto

Biodigestore a Civitavecchia, “No” unanime dai Comuni del litorale viterbese e romano

153

No unanime al biodigestore da realizzare in località Monna Felicita, nel territorio di Civitavecchia.

L’ennesima presa di posizione contro l’impianto è arrivata ieri dal Consiglio comunale congiunto che ha visto la partecipazione delle amministrazioni di Civitavecchia, Tolfa, Allumiere, Santa Marinella e, per il Viterbese, di Tarquinia, Montalto di Castro e Monte Romano.

Oggetto della seduta congiunta, tenutasi nell’aula Pucci del municipio civitavecchiese, la realizzazione di un impianto di produzione di biometano da 120mila tonnellate di rifiuti al confine tra Civitavecchia e i Comuni della Tuscia.

I sindaci hanno votato all’unanimità parere contrario al progetto.

Nel documento approvato durante l’assemblea, oltre a dare mandato all’avvocatura del comune di Civitavecchia di rivolgere istanza alla Regione Lazio per l’annullamento della procedura avviata, si impegna la stessa amministrazione a elaborare una strategia responsabile fra tutti i comuni coinvolti, finalizzata a raggiungere l’autosufficienza nella gestione del ciclo dei rifiuti, improntata al principio di sostenibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui