L'assessore D'Amato: "Comportamenti assurdi che vanno evitati se non vogliamo trovarci a chiudere tutto tra 15 giorni"

Black friday, code e assembramenti per l’inaugurazione del nuovo centro commerciale di Roma

189
Foto di Repubblica

Assalto al nuovo centro commerciale “Maximo” (il terzo più grande della Capitale, in zona Laurentina, che conta ben 160 negozi al suo interno) nel giorno della sua inaugurazione, che ha coinciso anche con il “Black friday” dedicato agli sconti e che inaugura tradizionalmente la corsa allo shopping natalizio.

Neanche il Covid è riuscito a scoraggiare la folla numerosissima di persone che ieri si sono accalcate fuori dai negozi sin dalle prime ore del mattino creando code lunghe centinaia e centinaia di metri all’interno della galleria commerciale, come riportano diversi quotidiani romani.

A richiamare l’interesse della maggior parte dei presenti è stata soprattutto l’apertura di Primark, primo store romano (e in tutto il Lazio) del noto marchio britannico che offre abbigliamento e accessori low cost. 

La scelta della Regione Lazio di imporre la chiusura dei centri commerciali durante i weekend (sabato e domenica) in questo caso non c’entra: in un normale venerdì, tra sconti e corse agli acquisti, sembra che per molti l’emergenza sanitaria possa passare in secondo piano.

Di fronte all’accaduto l’assessore alla Sanità regionale D’Amato ha commentato: “Comportamenti come quelli visti a Roma nei grandi centri commerciali sono assurdi, è come mettere benzina nel motore del virus. Se non vogliamo trovarci tra quindici giorni a richiudere tutto vanno evitati”. Soprattutto adesso che il tasso di contagi nel Lazio sembra tendere verso una diminuzione costante: proprio ieri, rispetto al primo venerdì del mese di novembre, sono stati infatti registrati 423 casi in meno.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui