Il vice sindaco Di Sorte: "Per molto tempo abbiamo sofferto una gestione deficitaria, per via del fallimento del Co.Ba.L.B"

Bolsena, l’impianto di depurazione del Lago passa a Talete: finisce l’incubo delle “acque nere”

299

Sistema di depurazione delle acque del Lago di Bolsena, la palla passa a Talete. L’annuncio arriva direttamente dal vice sindaco del Comune, Andrea Di Sorte, che accoglie con entusiasmo la notizia dopo le vicende degli ultimi anni.

Lo stesso primo cittadino di Bolsena, Paolo Dottarelli, in occasione del bilancio di fine anno aveva definito la questione della depurazione come “forse l’argomento più delicato che ci troviamo ad affrontare”.

Andrea Di Sorte, vicesindaco di Bolsena
Andrea Di Sorte, vicesindaco di Bolsena

“Per molto tempo, un paio di anni, abbiamo sofferto una gestione dell’impianto di depurazione del Lago di Bolsena molto deficitaria, per via del fallimento del Co.Ba.L.B. e la conseguente vacatio che ha portato a numerosi disservizi – scrive Di Sorte – in alcuni momenti noi amministratori non riuscivamo neanche a capire con chi dover parlare per segnalare i guasti”.

“Dopo diverse trattative tra i Comuni del lago, la Regione Lazio e Talete spa – continua il vice sindaco – siamo riusciti ad affidare a quest’ultima la gestione dell’impianto”.

E i primi miglioramenti, sottolinea Di Sorte, stanno già arrivando. “Da qualche settimana la struttura di Talete ha in carico il sistema di depurazione (escluso il depuratore di Marta sul quale verrà aperta una partita successiva) e devo dirvi che le cose stanno iniziando a funzionare bene – prosegue – l’infrastruttura rimane inadatta, fatiscente e ormai obsoleta, ma i tecnici Talete sono estremamente preparati e attenti ad ogni problema. Di fatto, da quando gestiscono loro l’impianto, non è più finita una goccia delle ‘acque nere’ nel lago“.

“È una grande soddisfazione, è quasi emozionante che il direttore ci chiami per dirci che ha intenzione anche di riqualificare le stazioni e renderle dignitose e apprezzabili verso l’esterno – commenta il vice sindaco – è stato un percorso tortuoso, lungo, faticoso, ma alla fine la strada intrapresa è stata quella giusta. Continuiamo così, noi vigileremo sulla situazione, sulla manutenzione e lavoreremo da subito per capire come reperire le giuste risorse per ammodernare la rete circumlacuale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui