Bolsena si veste di fede, tradizione e festa con l’Infiorata

66

Bolsena – Finalmente sono tornate le infiorate del Corpus Domini, dopo il fermo a causa del Covid. Meravigliosa è stata ieri, 19 giugno, quella di Bolsena.

Le prime infiorate, in Italia, risalgono al 1700. Da allora molti borghi celebrano il Corpus Domini con la creazione di “quadri all’aperto” grazie all’utilizzo di petali di fiori di stagione, semi e foglie.

A Bolsena, città del Miracolo Eucaristico che sarebbe avvenuto nel 1263: durante una messa, nella Basilica di Santa Cristina, al momento della consacrazione l’ostia avrebbe sanguinato, l’infiorata richiama decine e decine di turisti.

Le reliquie sono conservate nella basilica che ieri è stata visitata dal cardinale Pietro Parolin, segretario di stato della Santa sede accompagnato nell’occasione dal sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli.
Alle 18 è partita la solenne processione per le suggesrive vie di Bolsena, decorate dai quadri dei fiori; un percorso di fede e preghiera, di tradizione e di festa.

Presenti alla cerimonia le massime autorità civili e militari della provincia di Viterbo, fra le quali il prefetto Antonio Cananà, il questore Giancarlo Sant’Elia, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Andrea Antonazzo, il presidente della Provincia Alessandro Romoli, il consigliere regionale Enrico Panunzi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui