Portale irraggiungibile e serve "implosi" per l'elevato numero di richiedenti

Bonus 600 euro, sito INPS subito in tilt: un assalto da 100 domande al secondo

130
Primo giorno per richiedere il bonus da 600 euro e primi disagi per l’INPS, che sta ricevendo una media di 100 richieste al secondo da parte degli italiani.

Il sistema, come già si prospettava, non riesce a sostenere l’elevato numero di accessi, causando molti grattacapi a tutti coloro che stanno cercano di ottenere la somma una tantum prevista per l’emergenza coronavirus.

“E’ una cosa mai vista per i nostri sistemi”, ha dichiarato il presidente dell’INPS Pasquale Tridico, impotente davanti al grave problema che ha fatto implodere i server dell’Istituto.

Il bonus, come viene ricordato, è destinato a tutti coloro che dichiarano fino a 35 mila euro di reddito esentasse o a chi dichiara un reddito tra 35 mila e 50 mila euro che dimostra di aver subito cali di attività di almeno il 33% nei primi 3 mesi del 2020.

“Non c’è fretta”, rassicura Tridico, ma gli italiani sembrano molto impensieriti dal fatto che il fondo stanziato dal Governo potrebbe terminare prima che tutti ricevano la loro spettante quota.

In ogni caso, l’INPS ha ribadito che le domande possono essere presentate per tutto il periodo della crisi e che il Governo sta proprio in questo momento varando ulteriori provvedimenti per rifinanziare le attuali misure previste nel decreto “Cura Italia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui