Bonus Bici, il sito va subito in tilt: ennesimo flop del Governo

108

Peggio non poteva andare.

Dopo il flop dei finanziamenti a fondo perduto, con il crah del sito dell’Agenzia delle Entrate ed il chiaro fallimento della App Immuni, ieri è stato il giorno fatidico di un altro disastro annunciato: quello del bonus – bici.

Dopo averci lavorato incessantemente per mesi, come fosse stata l’unica priorità in una situazione di pandemia mondiale ed aver procrastinato più volte il tanto atteso giorno, finalmente ieri il click-day è arrivato.

Insieme alle inevitabili e prevedibili polemiche, denunciate, in maniera trasversale dal Nord al Sud della Penisola, Tuscia compresa, ovviamente.

In molti sono gli utenti che, infatti, dopo quattro ore dall’apertura della finestra online (fissata alle nove di ieri), denunciavano già oltre 300000 utenti in coda, rallentamenti e snervanti bug nel sistema.

Il portale www.buonomobilita.it predisposto appositamente dal Ministero dell’Ambiente per ricevere l’incentivo fino a 500 euro per l’acquisto di una bicicletta normale o elettrica, un monopattino, un hoverboard o un segway va quasi subito in tilt.

Segue, subito a ruota, lo Spid di Poste Italiane, necessario per registrarsi.

Già qualche minuto dopo le nove è caos totale: del resto i 210 milioni di euro stanziati possono coprire solo fino a 600mila richieste, quindi occorre affrettarsi per essere sicuri di accaparrarsi il bonus.

Gli utenti infatti sono costantemente ammoniti: “Attenzione: “Accesso e registrazione non danno diritto alla corresponsione del contributo che sarà erogato fino all’esaurimento dei posti disponibili”.

O ancora: “Il tempo di permanenza dall’accesso è stabilito in 20 minuti. Nel caso in cui non riuscissi a completare la richiesta di contributo nel tempo stabilito verrai indirizzato al sistema di accodamento e dovrai effettuare un nuovo accesso”.

Venti minuti per completare la procedura.

La prospettiva è quella di tornare al punto di partenza, perdendo, miseramente, ogni speranza.

Insomma, una vera e propria rincorsa all’ultimo click, quello vincente che appare sempre più inarrivabile.

E’ veramente un peccato: il Governo aveva riposto nel bonus-bici tutte le sue aspettative: ormai è crollata anche l’ultima possibilità di combattere il Covid grazie al monopattino!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui