In piazza Fontana Grande per la chiusura della campagna elettorale i senatori Fusco e Battistoni, l'europarlamentare Rinaldi e il deputato Durigon

Ubertini lancia l’iniziativa ‘Adotta un elettore’ per cercare di convincere gli indecisi a votare

91

Doveva essere una grande festa di chiusura campagna elettorale, quella di stasera in piazza Fontana Grande per il candidato sindaco Claudio Ubertini.

Insieme alla Lega, Forza Italia, Fondazione e Udc che lo sostengono nella corsa a Palazzo dei Priori e con la partecipazione per il Carroccio dell’europarlamentare Antonio Rinaldi e del deputato e coordinatore regionale Claudio Durigon e per Forza Italia del sottosegretario al Mipaaf Francesco Battistoni.

Ma l’evento è stato ridimensionato e si è svolto in tono dimesso dopo la notizia della morte di Loretta Zanobbi, imprenditrice e militante della Lega.

Con voce rotta dalla commozione, Ubertini ha annunciato che il suo sarebbe stato l’unico intervento della serata.

“Avevamo pensato di rinunciare a questa serata, la scomparsa di Loretta ci ha devastato. Ma conoscendo la sua vitalità e quanto tenesse alla Lega, siamo qui”.

Ricordando che domenica 12 giugno si vota “siamo qui con la nostra squadra, tutti schierati con gli amici di Forza Italia, Fondazione e Udc per fare qualcosa per la nostra città, per Viterbo”.

Il candidato sindaco ha sottolineato la necessità di “un cambio di passo, a partire dalla politica, dagli amministratori ma anche dai cittadini. L’augurio è che tutti contribuiscano”.

Auspica “una crescita anche degli organi di informazione. Da questa piazza parta un modo di ragionare diverso per la città grazie al contributo di tutti invece di essere sempre pronti a criticare”.

Ricordando che fino all’ultimo giorno la coalizione ha cercato di riunire il centrodestra puntualizza: “Noi siamo il centrodestra di governo”.

Ubertini dà la carica alla piazza: “Anche se partito in ritardo, siamo in corsa con liste serie. Non abbiamo raccontato favole. Abbiamo portato 37 milioni di euro a Viterbo, la cifra più importante arrivata in città. Ma c’è ancora tanto da fare. Siamo pronti”.

Chiede ai presenti un ultimo sforzo: adottare un elettore.

“Fino alle 23 di domenica cercate di convincere a votare più gente possibile di quel 40% di elettori indecisi”.

“Ci crediamo, vogliamo andare al ballottaggio e poi giocarcela con le nostre forze” conclude Ubertini tra gli applausi.

Sul palco insieme al candidato sindaco, il senatore Umberto Fusco, il parlamentare Rinaldi, il deputato Durigon, il sottosegretario Battistoni, i coordinatori provinciali di Forza Italia Andrea Di Sorte e della Lega Stefano Evangelista e il leader di Fondazione Gianmaria Santucci.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui