Bracconaggio, carabinieri della Forestale denunciano cacciatore

280

I militari della stazione Carabinieri Forestale, nell’attività di contrasto al bracconaggio, hanno posto sotto sequestro alcuni lacci in metallo posizionati per la cattura di fauna omeoterma in un bosco in località Sassicheta del comune di Vejano.

L’utilizzo di questa modalità di caccia risulta particolarmente pericoloso per il fatto che molte specie potrebbero essere catturate dal laccio e comunque vengono causate gravi sofferenze agli animali prima del loro decesso.

Le indagini dei militari hanno quindi consentito di cogliere in flagranza di reato l’utilizzatore dei lacci, che è stato quindi segnalato all’Autorità Giudiziaria per caccia in periodo di divieto e con mezzi non consentiti, in violazione quindi della Legge n.157 del 1992.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui