Calabro presenta Vibonese-Viterbese: “Molti infortuni, ma abbiamo voglia di dimostrare che ci siamo!”

204

Quando i punti pesano di più. Domenica si gioca Vibonese-Viterbese, gara valida per la 26° giornata del girone C di Serie C. Una partita che mette in palio, come tutte le altre, tre punti, ma questi sono ancora più importanti. La squadra di casa, infatti, deve tirarsi fuori il prima possibile dalla zona calda della classifica, trovandosi solo a +3 dai play-out. Gli ospiti, invece, vogliono continuare il loro momento positivo in chiave play-off, aumentando il distacco dalle inseguitrici.

La partita del “Luigi Razza”, inoltre, offre altri spunti interessanti. Uno di questi è la sfida tra i due allenatori, Antonio Calabro e Giacomo Modica. Il primo sta dando la sua impronta, sempre riconoscibile, alla Viterbese, caratterizzata da intensità di gioco, organizzazione tattica, dinamicità e trame collaudate. Il secondo, invece, è l’allievo di Zdenek Zeman, presenta allo stadio “Rocchi” nel match di andata, per cui è facilmente intuibile il tipo di gioco che applica la sua Vibonese. Quella calabrese è una squadra in crisi di risultati, ma sempre pericolosa in zona offensiva, lo scontro tra queste due diverse filosofie sarà molto interessante.

La conferenza stampa di Calabro è stata anticipata di un giorno per organizzare meglio la lunga trasferta a Vibo Valencia. Ecco le parole dell’allenatore salentino: “La Vibonese non vince da 9 partite, ha perso le ultime 3 in casa, ma la maggior parte non meritando. Gioca molto bene a calcio, ha una propria identità e all’andata qui da noi ci ha messo in grossa difficoltà. Siamo pronti per affrontare una trasferta molto insidiosa, nonostante ci portiamo dietro delle defezioni. Tra lungodegenti e problemi della settimana, infatti, abbiamo degli indisponibili. Simonelli ha la febbre, non sappiamo se portarlo, Errico e Tounkara hanno subito un colpo alla caviglia. A centrocampo siamo pochissimi, abbiamo solo Besea e Bensaja, anche Antezza ha avuto mal di schiena. Affrontiamo queste situazioni da tanto tempo, giocheranno altri o stringerà i denti chi non è al meglio.”

Viterbese Catania

“Il coefficiente di difficoltà – continua Calabro – è altissimo, per avversario e infortuni. Potrei anche far giocare i due ragazzi della Berretti che tanto bene stanno facendo, così come Vitali, valuteremo tutto. Dobbiamo giocare con intensità, sia in fase di possesso che non possesso. Oltre all’organizzazione serve anche molto cuore, nono vedo altre strade per soccombere a questo momento. Abbiamo voglia di dimostrare, l’entusiasmo che si respira non deve trasformarsi in superficialità. Il nostro DNA non deve cambiare, l’unità del gruppo è fondamentale.”

Calabro torna, poi, a parlare dell’avversario: “La Vibonese gioca 4-3-3, ha nei tre attaccanti il punto di forza. I terzini spingono molto, il campo non è un tappeto e da loro hanno faticato non poco a vincere Monopoli e Reggina. Questa squadra non effettua minutaggio, non ha esigenza di under. Credo che molto presto si tirerà fuori da lì, ma credo anche che questa Viterbese garantirà la sua prestazione.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui