Camicie bengalesi con marchio italiano, maxi sequestro della Dogana

La merce dal valore di 18 mila euro trovata all'interno di un container in porto

167

I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Civitavecchia hanno sequestrato 2500 camicie da uomo in cotone, dal valore di circa 18.000 euro, per fallace indicazione di origine.

I prodotti, di origine e provenienza bengalese, riportava invece la denominazione di un noto
marchio commerciale italiano; ciò avrebbe potuto indurre in inganno il consumatore sulla reale origine.
Gli articoli si trovavano all’interno di un container ed erano destinati ad una società del settore
con sede in provincia di Roma con un punto di vendita anche a Civitavecchia.

Le camicie sono state sottoposte a sequestro amministrativo in attesa della eventuale regolarizzazione sulla corretta origine e all’importatore è stata inflitta la sanzione amministrativa di 20.000 euro con segnalazione alla Camera di Commercio per la violazione della tutela del Made in Italy.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui