Il 42enne di Montefiascone, in libertà, è accusato di resistenza a pubblico ufficiale

Camionista aggredisce i carabinieri, si attende la convalida dell’arresto

L’autotrasportatore falisco poco più di un mese fa si era scagliato contro i carabinieri che avevano risposto alla chiamata di una donna

184

Il giudice si riserva di decidere la convalida dell’arresto per l’autotrasportatore falisco che poco più di un mese fa aggredì i carabinieri che avevano risposto alla chiamata di una donna.

L’uomo, nella notte tra mercoledì 23 e giovedì 24 ottobre, si scagliò contro i militari del nucleo operativo e radiomobile di Montefiascone. I quali erano intervenuti dietro richiesta di una 45enne del posto, compagna dell’arrestato (e subito rilasciato) ma non convivente. Infatti i due, dopo essere stati a cena in un noto ristorante locale, e aver iniziato lì a discutere molto animatamente – come hanno riferito dei testimoni oculari -, con ogni probabilità proseguirono l’alterco a casa della donna. La quale a un certo punto chiamò la stazione locale dei carabinieri.

All’arrivo dei carabinieri del norm, l’autotrasportatore si scagliò contro i militari, aggredendoli verbalmente e fisicamente. I militari hanno reagito prontamente bloccandolo e riconducendolo alla ragione, per poi dichiararlo in arresto per resistenza a pubblico ufficiale.
L’avvocato dell’uomo, Enrico Valentini, ha spiegato: “Il mio assistito non ha maltrattato nessuno. È stato subito rilasciato e il pubblico ministero non gli ha dato la misura di restrizione: è tornato subito al lavoro”.

Il comandante della compagnia falisca, il capitano Antonino Zangla, precisa: “Si è sfogato con noi carabinieri. Ma la gente deve sapere che la divisa che portiamo rappresenta lo Stato. Lo abbiamo subito liberato e non ha alcuna misura restrittiva. Ora l’autorità giudiziaria dovrà decidere cosa fare”.

Il giudice per le indagini preliminari Savina Poli ieri doveva decidere se convalidare l’arresto. Si è riservata di farlo. Chi si occupa del fascicolo è il pubblico ministero Paola Conti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui