Cani avvelenati, aumentano le segnalazioni: si raccomanda prudenza

Avvelenare gli animali è un reato penale!

94

La segnalazione che arriva in questi ultimi giorni da una signora è solo la riconferma di una moda che negli ultimi tempi sta prendendo sempre più piede: ogni giorno più persone segnalano di tentati avvelenamenti (o anche tentate uccisioni con metodi alternativi) ad animali, soprattutto cani.

Il caso preso in questione è, in effetti, uno di quelli in cui qualche mente arguta si è ingegnata per trovare un’alternativa al veleno: un boccone riempito, in gran quantità, di chiodi atti a sfregiare gli organi interni di un povero animale. La segnalazione pubblica della donna fa riferimento alla zona di Piazza Crispi (il cestino di fronte alla tabaccheria), ed è utile a richiamare all’attenzione tutti coloro che possiedono un migliore amico a quattro zampe. Il pericoloso alimento è, ovviamente, stato tolto, ma potrebbero essercene degli altri.

In questi giorni si era anche saputo di un cane avvelenato da medicinali in zona S.Barbara, con conseguente decesso.

Negli ultimi mesi, tra abbandoni e avvelenamenti, si sta certamente assistendo a un aumento costante dei casi. Si intende, a tal proposito, ricordare che, per la nostra costituzione, “chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi” e che “chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche ecologiche è punito con la reclusione da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi.
La pena è aumentata della metà se ne deriva la morte dell’animale“.

Il consiglio importante che si può dare ai padroni dei cani comunque, oltre a fare attenzione negli episodi specifici, è quello di educare i propri animali a non mangiare cibi per strada, per difendersi dall’inciviltà (e disumanità) di certi individui.

 

 

1 commento

  1. Delinquenti, non incivili, solo delinquenti!!!! Ben presto la cittá avrá dopo il record di presenze di africani anche quelli dei delinquenti!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui