Cani maltrattati: animalisti in prima linea contro Barbara Cavicchioli

La donna, residente a Montopoli, ha subito otto sequestri per un totale di 500 cani, ciononostante continua a farsi affidare animali

25337

Si chiama Barbara Cavicchioli ed è residente a Montopoli in Sabina, in una casa trasformata in un canile lager in cui cani, ricevuti in stallo o in adozione, subiscono pesanti maltrattamenti.

L’ultimo sequestro, l’ottavo, il 6 giugno scorso. In quella circostanza alla Cavicchioli vennero tolti più di 500 animali tra cani e gatti, in stato di denutrizione e malati, rinchiusi in piccole gabbie.

Sono le associazioni di volontari, anche di Viterbo a lanciare l’allarme perchè la donna, nonostante questi otto sequestri, alla data dell’ultimo aggiornamento del 10 agosto scorso, continua ancora ad ospitare cani,  reperiti tramite annunci in rete e sui social dedicati.

La 63enne, condannata per maltrattamento di animali in via definitiva da parte della Cassazione, non sembra però intenzionata ad abbandonare la sua crudele attività e continua a convincere ignare persone con il suo camuffato amore per i quattrozampe.

Per questo motivo le associazioni animaliste stanno diffondendo quanto più possibile il suo nome per evitare ulteriori episodi di violenza e soprattutto perchè, vista la condanna della donna, chiunque continui a consegnarle animali potrebbe essere perseguito e denunciato  per abbandono.

 

 

 

 

6 Commenti

  1. La gente è irresponsabile. Anche molte pseudo volontarie hanno le pigne secche nel cervello…ma andare in sopralluogo prima di affidare in stallo un cane non si usa più???

  2. Gli animalisti per lo piu’ hanno un cane in casa e a volte nemmeno uno . Perche’ si scagliano contro chi si e’ fatta trascinare a gestirne di piu’ per compassione di essi , anche se poi e’ incappata in eventi spiacevoli dovuti alla ovvia mancata” mano d’ opera” ??
    Aiutate queste persone , prima di infamarle !!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui