Tra loro 4 potenziali infetti. Tedesco: "Governo deve chiudere i porti"

Caos di notte al porto di Civitavecchia, spagnoli “assaltano” un traghetto per tornare a casa

388

Caos al porto di Civitavecchia questa notte quando un gruppo di 80 giovani spagnoli ha letteralmente assaltato un traghetto per cercare di tornare a Barcellona.

A causa del decreto emanato per l’emergenza da Coronavirus, i ragazzi sono stati bloccati al Terminal Autostrade del Mare dopo che quattro di loro sono risultati con una temperatura alterata e quindi potenziali infetti.

Il gruppo, comunica il sindaco Ernesto Tedesco, intervenuto sul posto con il vicesindaco Massimiliano Grasso dopo le segnalazioni degli operatori portuali, è ora in osservazione presso una struttura romana gestita dalla Asl competente.

“Mi auguro che il Governo intervenga al più presto con un nuovo Decreto che intervenga in modo stringente su porti, chiudendoli”, dichiara il primo cittadino civitavecchiese, che aggiunge, “Ringrazio il dirigente del comune Sandro Marrani che ci ha raggiunto in piena notte attivandosi immediatamente per trovare soluzioni percorribili e il comandante della Capitaneria di Porto Vincenzo Leone per la piena disponibilità data”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui