Che succederà adesso dopo l' imprevista fumata nera sulla variazione di bilancio?

Caos finale in consiglio comunale. Forza Italia vota l’ ultimo emendamento con le opposizioni. SI spacca la maggioranza. Sospetti in relazione con le prossime provinciali.

131

Dopo 16 ore è successo di tutto e il contrario di tutto, tra ieri mattina e ieri notte, nella seduta del consiglio comunale di Viterbo dedicata all’ approvazione della complessa variazione di bilancio.

Il direttore Giovanni Masotti

La successione degli eventi, a volte drammatica, è stata già raccontata benissimo dalla nostra Anna Maria Lupi nel pezzo che avete già probabilmente letto e che fa strabuzzare gli occhi e pensare male. Lunghe, interminabili, ore di muro contro muro tra la maggioranza e le opposizioni, che si sono scontrate all’ arma bianca sul maxi-emendamento presentato dal centro-destra per stroncare i tentativi delle minoranze di mandare tutto per aria.

Nulla faceva presagire che, alla fine, la maggioranza se ne tornasse a casa con un palmo di naso. E invece è finita proprio cosi’. Già, perché un emendamento del pentastellato Erbetti in zona Cesarini ha raccolto a sorpresa i voti dei consiglieri di Forza Italia e la coalizione guidata da Giovanni Arena si è clamorosamente spaccata, sbriciolato il maxi-emendamento.

Fratelli d’ Italia e Lega, senza l’ apporto forzista, non sono state in grado di portare a termine il risultato prefisso, appunto il maxi-emendamento che avrebbe dovuto affossare il tentativo dell’ opposizione di bloccare la variazione di bilancio cosi’ come disegnata dal centro-destra. Insomma, una giornata intera di infinito dibattito e di polemiche che si è conclusa con un nulla di fatto: rinvio e tabula rasa, all’ insegna di un “abbiamo scherzato”.

Il pasticciaccio di ieri porta a collegare quanto successo con le prossime elezioni provinciali del viterbese in calendario per il 18 dicembre. La fulminea e imprevista mossa di Forza Italia viene letta da molti osservatori come un possibile distacco degli azzurri dalla maggioranza e un loro approdo in un’ alleanza con il PD di Panunzi.

Attenzione: non stiamo dicendo che andrà così, ma solo che – nelle file forziste – sembra stia crescendo la tentazione di rovesciare il tavolo. Di certo c’è che da mesi la convivenza all’ interno del centro-destra si è fatta via via più complicata e densa di sospetti.

I prossimi giorni faranno capire qualcosa di più. Intanto la variazione di bilancio non è stata varata e bisognerà ricominciare la trafila da capo. Una cosa è sicura: in questo clima di lunghi coltelli si governa male e sarebbe necessario una volta per tutte fare chiarezza per il bene di Viterbo e dei suoi cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui