Caos vaccini, dopo i ritardi di Pfizer ora AstraZeneca taglia del 60% la prima fornitura all’Unione europea

117

Nel primo trimestre dell’anno saranno solo 31 milioni le dosi di vaccino che AstraZeneca fornirà alla UE.

Un taglio del 60% rispetto al previsto. Entro fine marzo, infatti, dovevano essere consegnati agli Stati membri circa 80 milioni di dosi.

E’ stata la stessa azienda a comunicarlo ai funzionari dell’Unione ieri pomeriggio, una riduzione che sarebbe dovuta a problemi di produzione nello stabilimento in Belgio.

Sono 400 milioni, di cui oltre 40 per l’Italia, le dosi che l’Unione europea attende complessivamente da AstraZeneca.

Intanto l’approvazione Ema al vaccino, realizzato in collaborazione con l’università di Oxford, è prevista per la prossima settimana.

Altra doccia fredda per il commissario Arcuri che, dopo i ritardi e i tagli delle dosi Pfizer, aveva puntato tutto su AstraZeneca.

E un altro inciampo sulla tabella di marcia per immunizzare coi vaccini il maggior numero di persone in tempi il più possibile brevi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui