I carabinieri hanno denunciato due persone

Capodanno, sequestrati oltre 200 ordigni esplosivi artigianali pericolosi

162

VITERBO – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viterbo unitamente ai colleghi della Stazione di Vetralla, al termine di un servizio mirato ad individuare e prevenire azioni illecite in vista del Capodanno relative all’usanza di fare esplodere fuochi di artificio di provenienza illegale, hanno individuato nelle periferia del capoluogo un capannone dismesso, dove due cittadini di origini napoletane, di cui uno già pregiudicato e sottoposto ad avviso orale di pubblica sicurezza, nascondevano un ingente quantitativo di fuochi di artificio non classificati per la vendita.

I militari, quindi, alla presenza dei due soggetti nella cui disponibilità era il capannone hanno eseguito una perquisizione, al termine della quale hanno trovato oltre 200 ordigni non autorizzati alla vendita, e 6 grammi di cocaina.

Immediatamente i due soggetti sono stati denunciati per possesso di droga e possesso di materiale pirotecnico non di libera vendita e non classificato. I carabinieri della Compagnia di Viterbo, vista la pericolosità del materiale sequestrato hanno chiamato i Carabinieri Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale di Roma per provvedere alla classificazione degli esplosivi ed alla successiva messa in sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui