“CARO BABBO NATALE, INTITOLA UNA VIA AD ALFIO”: EVA DELLA CLASSE 3 B dell’I.C. CANEVARI VINCE IL PRIMO PREMIO DEL CONCORSO “DESIDERIO DI NATALE” CON UNA LETTERA DEDICATA AD ALFIO PANNEGA

188

“Caro Babbo Natale, ho visto una grotta giorni fa a Viterbo.  Mi hanno detto che in quella grotta visse per tanti anni un povero, che si chiamava Alfio, e sua madre Caterina che vendeva violette. Erano poveri, forse a Natale non avevano neanche un dolce da mangiare, ma avevano tanta dignità. Anche Gesù è nato in una grotta, più povero dei poveri”. Inizia così la lettera di Eva della classe 3 B dell’I.C. Canevari che ha vinto il primo premio del concorso  “Desiderio di Natale”, giunto alla sua decima edizione  promosso dal Comune di Viterbo e da Leonardo Angeli, responsabile dello sportello degli animali.

Presenti, fra gli altri,  alla premiazione il consigliere comunale Paolo Barbieri e la consigliera Ombretta Perlorca, Leonardo De Angeli, l’insegnante Mariella Zadro, alcuni alunni e docenti, genitori e nonni.

Tante le scuole partecipanti e moltissimi i desideri espressi dai bambini nelle loro letterine a Babbo Natale: 362 lettere di bambini delle scuole di Viterbo, piene di desideri e sogni, come quello di Lorenzo: che ogni cagnolino solo e abbandonato nel canile trovi una casa calda e una famiglia, oppure quello di un altro alunno di diventare astronauta o ancora di vedere passare a Natale la macchina di Santa Rosa; c’è chi sogna  di fare un’intervista a Babbo Natale, come Bianca o che il 2022 porti via il Covid.

Nei sogni dei bambini e nei loro desideri c’è il mondo intero. Con la loro innocenza, riescono a esprimere riflessioni e pensieri che spesso stupiscono per la loro profonda intensità.

Eva, la vincitrice, continua così la lettera:” Caro Babbo Natale, aiuta tutti i poveri del mondo e dona loro cibo, calore e amore. Ti chiedo anche di intitolare una via al povero Alfio a Viterbo,  affinchè possa essere sempre ricordato da tutti.  Grazie da Eva, classe 3 B, scuola I.C. Canevari.”
L’iniziativa ha messo in palio una bellissima bicicletta, offerta da Luca Bike. Il premio è stato assegnato a Eva, che ha stupito tutti, persino la mamma e il nonno presenti alla cerimonia: ha voluto donarla a una sua amichetta che non può permettersi di comprarla.
A volte, i bambini riescono a interpretare meglio degli adulti il senso profondo del Natale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui