La storia e il dibattito!

Caro Pierluigi Diaco, massimo rispetto per te e il tuo compagno. Ma adottare un bambino, no… La famiglia è altra cosa!

L'adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso è un argomento molto scottante, sul quale si sono espressi politici, pedagogisti, psicologi, scienziati e persone comuni

1728
Il giornalista e conduttore tv Pierluigi Diaco

Il giornalista, autore televisivo e conduttore tv Pierluigi Diaco, nato a Roma nel 1977, in un’intervista nel programma “Non disturbare” parla apertamente della sua vita privata, rivelando il desiderio di poter adottare un bambino insieme ad Alessio Orsingher, con il quale si è unito civilmente nel novembre del 2017.

Il giornalista e conduttore tv Pierluigi Diaco

L’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso è un argomento molto scottante, sul quale si sono espressi politici, pedagogisti, psicologi, scienziati e persone comuni. Già…cosa ne pensano le persone comuni? I mass media utilizzano talvolta, in modo impreciso, l’espressione “adozione gay”.

Don Leonardo Zega, giornalista , spiega:
«Parlare di genitori dello stesso sesso è un controsenso. Il sostantivo “genitori” deriva dal verbo “generare”,  che indica la creazione di un essere umano da parte di un uomo e di una donna. Dunque pensare che le coppie omosessuali possano avere un figlio è un tentativo di forzare la natura. Paternità e maternità non possono essere vantate come pretese».

Da sempre ci sono pareri contrastanti, soprattutto in Italia. In Spagna, Inghilterra,  Olanda, Svezia, Canada e in vari Stati degli Usa gli omosessuali possono tranquillamente adottare un bambino. Un dibattito, questo, che registra un progressivo interesse; merito anche del ruolo catalizzatore che esercitano le cosiddette celebrità. Non mancano infatti nel mondo (e anche in Italia) coppie gay, famose e con figli, come Elton John e David Furnish; i bambini sembrano crescere sereni, felici, come ha dichiarato l’associazione degli psicologi statunitensi (anche se spesso sono anche le babysitter ad occuparsi di loro). Sarà realmente così?

In Italia molti sostengono che la famiglia debba essere formata da un PADRE (uomo) e una MADRE (donna), affinchè un figlio possa crescere equilibrato.

Al di là di ogni conformismo e con il massimo rispetto per le unioni gay, alcuni sondaggi condotti in Italia rivelano che la maggioranza dei cittadini è contraria all’adozione di figli da parte di coppie omosessuali .

Il presidente della Società italiana di pediatria Giovanni Corsello: “Ricerche dimostrano che vivere in una famiglia senza figura materna o paterna potrebbe danneggiare i figli”.

Risposta secca ai pediatri quella degli psichiatri intenzionati a riportare l’analisi della questione su un piano meramente scientifico, studi e ricerche alla mano. «Ciò che conta – interviene Claudio Mencacci presidente della Società italiana di psichiatria – è la capacità affettiva dei genitori. Il loro saper accogliere e seguire la crescita dei bambini creando un ambiente sicuro, sereno e protettivo. E questo non dipende certo dal genere dei genitori».

I bambini hanno il diritto di crescere ricevendo amore e attenzioni.
A voi lettori abbiamo dato lo spunto per riflettere, per pensare a queste affermazioni, alla luce delle vostre esperienze personali e nel pieno rispetto delle convinzioni di ognuno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here