Casa****d: “Finto assalto fascista al Ruffini, la sinistra viterbese si copre nuovamente di ridicolo”

102
Liceo Ruffini Viterbo

“A seguito delle indagini relative all’episodio avvenuto giorni fa di fronte all’istituto Ruffini, occupato dagli studenti di sinistra, si apprende che ben 4 delle persone identificate, su 5, sono di nazionalità straniera”.

A riferirlo, a distanza di diversi giorni dall’inizio della protesta, sono gli esponenti Casapound.

“Ovviamente la vicenda, dopo aver occupato le prime pagine della cronaca locale ed aver scatenato il delirio vittimistico di tutta la sinistra viterbese (nessuna sigla esclusa), una volta caduta l’ipotesi di assalto a sfondo politico, sta pian piano strisciando nell’anonimato.

Eppure non serviva un genio, vedendo le immagini e soprattutto ascoltando il video, per capire che l’ episodio fosse scevro da qualsivoglia matrice politica. L’ipotesi, sicuramente più plausibile, è che sia stata opera di un gruppo di ragazzini sbandati alla ricerca di un posto al riparo dal freddo in cui sballarsi.

Questo dimostra una volta di più che la sinistra, in tutte le sue sfaccettature, usa l’ antifascismo in chiave strumentale, sfiorando il disturbo psicologico di tipo ossessivo, facendo collante, per persuadere qualche povera anima bella in assenza di contenuti politici reali. Nel tentativo assurdo di far passare come “fascista” un qualsiasi episodio di violenza di qualsiasi matrice (ovviamente solo quando rivolto verso di loro)”.

“Qui – concludono – non siamo più nel campo della politica, ma della psichiatria”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui