Caso Arcuri, la Procura insiste: arresto per il fidanzato della giovane rotolata per le scale

Il 15 marzo la procura aveva richiesto l'arresto per Andrea Landolfi Cudia, il fidanzato di Maria Sestina Arcuri, la giovane morta dopo essere caduta dalle scale di casa a Ronciglione

395
caso arcuri

Il 15 marzo la procura aveva richiesto l’arresto per Andrea Landolfi Cudia, il fidanzato di Maria Sestina Arcuri, la giovane morta dopo essere caduta dalle scale di casa a Ronciglione.

Tuttavia, apprendiamo con una nota del procuratore capo di Viterbo Paolo Auriemma che il tribunale ha rigettato la richiesta di detenzione e il pm Franco Pacifici ha prontamente presentato il ricorso per il riesame del caso.

“In data odierna la procura della repubblica presso il tribunale di Viterbo ha depositato al tribunale del riesame di Roma atto di appello avverso l’ordinanza di rigetto della richiesta di misura cautelare, depositata in data 15 aprile 2019, già inoltrata dalla procura il 15 marzo 2019, nei confronti di Landolfi Cudia Andrea in ordine al reato di omicidio  (artt. 61 co. 1 n. 1, 575, 577 co. 1 n. 1 C.P.) in danno di Maria Sestina Arcuri”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui