Caso Vannini, ci sarebbe un altro fascicolo su Ciontoli

Lo ha detto ieri sera ai microfoni di "Chi l'ha visto" l'ex comandante dei carabinieri di Ladispoli Izzo

455

Si infittisce il giallo dei testimoni e delle intercettazioni legate al caso della morta del giovane di Cerveteri Marco Vannini. Una storia che mantiene alta l’attenzione dei media nazionali e che a cadenza cicliche offre sempre nuovi compi di scena.

Come quello emerso ieri sera nella trasmissione “Chi l’ha visto” dalla testimonianza dell’ex comandante della stazione dei carabinieri di Ladispoli Roberto Izzo. Proprio il militare ai microfoni della trasmissione Rai avrebbe confermato l’esistenza di un altro fascicolo su Antonio Ciontoli (il padre della fidanzata di Vannini accusato della morte del giovane). Un fascicolo relativo ad una denuncia per fatti legati ad un rapporto con una prostituta sulla via Aurelia. A confermarlo a ‘Chi l’ha visto?’ nella puntata di ieri lo stesso ex comandante della stazione dei carabinieri di Ladispoli.

“Si, l’ho letta ma all’epoca il fascicolo serviva solo per le armi”. Queste le parole dell’ex maresciallo nella trasmissione tv. L’ex comandante della stazione di Ladispoli era stato chiamato in causa da una intercettazione dell’ex sottufficiale della Finanza Giovanni Bentivoglio consegnata in procura da Davide Vannicola, il super testimone di Tolfa che la scorsa estate ha deciso, a distanza di 3 anni, di fare delle rivelazioni che potrebbero portare alla riapertura del processo .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui