Caso Vannini, Roberto Izzo di nuovo interrogato in Procura

Il Procuratore capo Andrea Vardaro ed il sostituto Roberto Savelli, gli hanno chiesto conto di alcune telefonate, dopo che è stato effettuato un lavoro di controllo sul suo cellulare,

2030
caso vannini

Mentre i carabinieri della compagnia di Civitavecchia interrogavano Antonio Ciontoli sulla presunta vicenda della pistola puntata in faccia ad un automobilista, in Procura veniva di nuovo interrogato l’ex comandante della stazione di Ladispoli Roberto Izzo, ancora una volta in relazione all’inchiesta che lo vede indagato per favoreggiamento e falsa testimonianza dopo le rivelazioni del cosiddetto supertestimone Davide Vannicola.
Il Procuratore capo Andrea Vardaro ed il sostituto Roberto Savelli, gli hanno chiesto conto di alcune telefonate, dopo che è stato effettuato un lavoro di controllo sul suo cellulare, recentemente prelevatogli dagli inquirenti. Un interrogatorio breve, dove Izzo ha dovuto spiegare il contenuto di alcune telefonate e messaggi. Di più però non trapela, dato che l’indagine, come ormai noto, è secretata. Un’inchiesta che comunque sta andando avanti a ritmo spedito. Nei giorni scorsi, per esempio, è stato sentito anche il dottor Daniele Matera, il medico del pronto soccorso che per primo intervenne su Marco Vannini al Posto di primo intervento di Ladispoli la notte in cui perse la vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui