Cassia Sud, nuovi controlli sul costone franato. Il senso di marcia resta alternato

298

sagginiIeri mattina intorno a mezzogiorno si concludeva l’odissea degli automobilisti frequentatori abituali di Strada Acquabianca. Nello stesso momento sulla Strada Cassia Sud proprio a ridosso di Ponte dell’Elce, da una possente rupe tufacea che sovrasta la carreggiata, si staccano piccoli frammenti di roccia e terra.

Da un esame fatto dalla Polizia Locale sulla sommità della rupe, emergeva che altri pezzi di pietra potevano ancora cadere.  Subito è scattato l’ordine di chiudere al traffico la corsia sotto alla rupe, e regolare il senso unico alternato con un semaforo. Quindi per la matematica siamo pari: una corsia aperta ed una chiusa.

Abbiamo chiesto lumi all’assessore Laura Allegrini la quale ci ha detto che i controlli della rupe continueranno anche oggi. “Mi auguro – ha poi aggiunto – che non sia necessario mettere la rupe in sicurezza con una rete di acciaio, perché non abbiamo i soldi per un intervento così radicale”. Mentre eravamo sul posto per fare le foto che illustrano l’articolo, abbiamo visto che la fila più lunga, era formata dagli automobilisti in ingresso a Viterbo. Se dovesse precipitare a terra un pezzo del costone, come avvenne su Strada Acquabianca, la sola chiusura di una corsia di marcia, non salverebbe nessuno.

Poi c’è in altro problema che ci piace segnalare. Se durante le feste di Natale, la corsia rimarrà chiusa chi verrebbe a sopportare le lunghe attese per entrare a Viterbo? In molti preferiranno andare verso Sutri dove non ci sono impedimenti al traffico. Magari però  c’è una multa dei solerti vigili sutrini. A voi la scelta, o la coda o la multa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui