Cassoni d’amianto in mare, sequestrato stabilimento balneare

Sequestrato uno stabilimento balneare a Santa Marinella. Le fiamme gialle hanno infatti trovato 8 vecchi cassoni per l’acqua, fatti di amianto.

670
civitavecchia

Sequestrato uno stabilimento balneare a Santa Marinella. Le fiamme gialle hanno infatti trovato 8 vecchi cassoni per l’acqua, fatti di amianto. I militari sono arrivati ieri mattina presso lo stabilimento balneare Pirgus, trovano gli otto cassoni posizionati proprio a ridosso del muro che affaccia sul mare. Quindi hanno immediatamente contattato il titolare dello stabilimento per informarlo che avrebbero apposto i sigilli alla struttura da lui gestita.
I cassoni sono stati trovati immersi nell’acqua del mare, con la conseguenza che attraverso l’erosione, ci fosse il concreto rischio che potessero staccarsi delle particelle del materiale molto pericoloso.
Quindi le Fiamme Gialle hanno redatto una relazione che è stata consegnata alla Procura della Repubblica di Civitavecchia. Spetterà infatti alla magistratura inquirente verificare se esistano eventuali responsabili tra i gestori dello stabilimento balneare, oppure se sono da ricercare all’interno dell’amministrazione comunale. L’indagine dalla Procura infatti mira a capire da un lato chi possa aver gettato quei cassoni in mare, ma soprattutto a chi spettava lo smaltimento degli stessi cassoni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui