Insieme a Paolo Bianchini è volato in Messico anche il padre Remo

“C’è ancora un po’ di strada da fare, ma le condizioni di Fabrizio sono migliorate”

447

“Da un punto di vista respiratorio Fabrizio è ulteriormente migliorato tanto che nelle prossime ore si cercherà di ridurre la sedazione”.

Prosegue il calvario della famiglia Bianchini a Playa del Carmen, dove è volato Paolo Bianchini per stare vicino al fratello Fabrizio, ricoverato in un ospedale del luogo dopo aver contratto il Covid19. Insieme al fondatore di Mio Italia, come è possibile vedere dalla foto da lui stesso pubblicata sul profilo Facebook anche il padre Remo.

Fabrizio era stato ricoverato in gravi condizioni, sedato e intubato nel reparto di Terapia intensiva di un nosocomio messicano: adesso è in lento miglioramento.

“Gli esami mostrano un aumento dei globuli bianchi come se ci fosse una infezione. Anche questa evenienza rientra nella evoluzione della malattia”, spiega Bianchini. “Comunque – aggiunge – è stata iniziata una terapia antibiotica ad ampio spettro (che copre tutti i batteri). Questa terapia potrà essere cambiata a seconda dei dati di laboratorio”.

In conclusione “le condizioni attuali di Fabrizio – dice in conclusione Bianchini – sono certamente migliorate rispetto a 4-5 giorni fa. C’è ancora un po’ di strada da fare, come succede in questa infezione ma Fabrizio è tosto come me e il mio babbo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui