Il tweet del direttore, dedicato alla rediviva ex-presidente della Camera

C’è il Coronavirus e la Boldrini che fa? Rilancia i 630 euro per la “dignità” degli immigrati

3124
Il direttore Giovanni Masotti
Foto di Erika Orsini

Io non lo so, Dio Santo! C’è qualcuno che nel cervellino invece che sani granelli di materia grigia si ritrova palate di umida segatura… Ma come?! C’è un paese – il nostro, l’ Italia – col culo per terra per il regalino cinese del Coronavirus (paura, blocco delle attività, incertezza totale, un governo incapace e ritardatario, gente che soffre e che muore), ebbene? Incredibile ma vero, ecco sbucare fuori dalle tenebre – in cui speravamo si fosse per sempre sperduta – la prode e saggia ex-presidenta (con la a, sì, come piace a lei) lady Boldrini Laura, oracolo del globalismo più scemo, autolesionista e sbracato!

La fascinosa signora, sempre in lotta con i guasti dell’ età a colpi di spietati rifacimenti e sofisticati botulini, sembra si sia destata dal suo rifugio segreto – forse, chissà, un isolotto caraibico dove spassarsela in allegra compagnia – e ha riestratto dal suo cilindro senza fondo e senza ritegno una proposta forte e certamente attesa dagli italiani in ansia, cavallo di battaglia degli europeisti più scriteriati e ciecamente terzomondisti (per moda, perché fa chic)!

E già… Siamo al rilancio del “reddito di dignità da 630 euro al mese per i migranti” nel nome dell’Europa multiculturale e multireligiosa, quell’ Europa che – per noi italiani nelle peste – non sta facendo un beneamato cazzo e anzi non perde l’ occasione per irriderci e schifarci! Ma vi rendete conto o no di quali deliri possa indurre un sinistrismo viscerale e monomaniaco? La patria brucia e lei se ne frega. Di più: pensa agli immigrati, che – perdonate – in questo momento non sono certo in cima né ai vostri né ai miei pensieri! Gentile lady multitutto, ex-dominatrice a senso unico di Montecitorio, ma perché non si prende una pausa? La più lunga possibile. Il più lontano possibile.

Nel rispetto do-ve-ro-so di chi sta vivendo le pene dell’ inferno e non meriterebbe nemmeno di essere sfiorato da un simile e offensivo stormir di fronde. Taccia, la “sboldrinata”, e si levi dalle palle. Biglietto di sola andata, mi raccomando.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui