Venti di crisi nel governo rossogiallo sul Recovery Fund

Ce la faranno i nostri eroi a salvare ancora una volta le loro poltrone? Dov’è la dignità?

134

Da inciampo a inciampo, da litigata a litigata, da minaccia a minaccia. Starnazzano e poi si rimettono d’ accordo. Sempre così… Stavolta i beneamati rossogialli si azzannano sul pacchetto di progetti da presentare in fretta per accedere al Recovery Fund europeo.

Il direttore Giovanni Masotti

E si blatera a più non posso di verifica, di rimpasto, addirittura di crisi di governo, si tracciano scenari nell’ ipotesi che la sgangherata maggioranza imploda. Noi ci crediamo poco. Pensiamo purtroppo che i quattro furboni – Conte, Zingaretti, Di Maio, Renzi e compagnia cantando – se la caveranno alla fine con il solito compromesso vergognoso, l’ ennesimo inguacchio che permetta a lorsignori di salvare poltrone e strapuntini. Ma una speranzella che, prima o poi, avvenga il benefico tonfo stavolta la teniamo in serbo. Non si sa mai. A forza di camminare sulle uova va a finire che le calpestino e che venga fuori una bella frittata… Gli italiani non aspettano altro. E se il Natale ci riservasse una lieta sorpresa? Ma forse è solo un sogno ad occhi aperti. E li ritroveremo, formidabili e spudorati nelle loro piroette, ancora sulla tolda di comando (o nella cabina di regia, come piace tanto a Conte). L’ armata Brancaleone, fritto misto di incapaci e bugiardelli. Abilissimi nei giochi di palazzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui