Celebrati i funerali di Rodolfo Neri da don Fabbri: “È stato un presidente eccellente”

309

Nella Chiesa di Santa Rosa, si sono svolti oggi nel primo pomeriggio, i funerali del caro Rodolfo Neri. La messa è stata concelebrata da don Luigi Fabbri Vicario generale della Diocesi e da don Paolo Chico.

Moltissimi gli amici che hanno voluto dare l’ultimo saluto al caro Rodolfo. All’omelia don Luigi Fabbri ha ricordato Rodolfo Neri, mettendo l’accento sulle sue doti di vero cristiano e ricordando come lui fosse un assiduo frequentatore di quella chiesa, tutte le domeniche.

Dopo avere detto della sua fede, ha parlato del momento in cui il nostro Rodolfo ha ricevuto l’Estrema Unzione, con la mente lucida e rispondendo a tutte le preghiere. Ed ha concluso affermando che Rodolfo era molto sereno e preparato al grande passo. Il vicario ha poi rivolto una preghiera a S. Rosa, affinché lo guidi in questo nuovo cammino. Alle fine della cerimonia, l’attuale presidente dell’Associazione Archeotuscia Onlus, ing. Luciano Proietti ha rivolto dall’ambone, un saluto ricco di ricordi al defunto.

Tra le vittorie della sua presidenza, la più bella in assoluto è stata quella di far riconoscere ad Archeotuscia il ruolo di custode, per l’affidamento del sito archeologico di Ferento, che giaceva incustodito e recintato come un pollaio. Da quella data, le vestigia del luogo sono di nuovo pulite e visitabili. Poi il presidente dell’Associazione ha ricordato le tappe importanti di Rodolfo Neri: la creazione della rivista Archeotuscia, tutt’ora edita; la custodia della Chiesa di S. Maria della Salute; la ricerca continua di nuovi soci e l’organizzazione di una miriade di manifestazioni.

Al termine della mesta cerimonia, i familiari hanno distribuito un’immagine ricordo, dove Rodolfo appare sorridente. Sul retro una scritta recita: “La vita è una meraviglia e non è finita qui! Vi voglio bene, Rodolfo.”

Dal canto mio devo dire che Rodolfo ci mancherà molto. Sentite condoglianze alla famiglia a nome del direttore Giovanni Masotti e della redazione tutta di Lamiacittanews.

Giovanni Faperdue

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here