Il senatore leghista critica la decisione del Governo di concedere all'ANPI la possibilità di partecipare alle celebrazioni

Celebrazioni 25 aprile, Fusco: “Decisione vergognosa, contro i sacrifici di tutti i cittadini”

366
umberto fusco
Il senatore leghista Umberto Fusco, foto di Diego Galli

Il senatore leghista Umberto Fusco si scaglia contro la decisione del Governo di concedere all’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) la possibilità di prendere parte alle celebrazioni in occasione della festa del 25 aprile.

In un post pubblicato su Facebook, Fusco giudica tale scelta “vergognosa”, dopo che tutti i cittadini stanno compiendo grandi sacrifici e rinunce in questo momento difficile.

“Nel rispetto di quanto disposto dalle autorità governative e sanitarie, non è stato possibile dare l’ultimo saluto ad un parente defunto con un dignitoso funerale, nè ci è consentito visitare i nostri cari presso i Cimiteri delle nostre città – si legge nel post – non abbiamo potuto passare la Pasqua con i nostri affetti, né andare a messa. Non ci è possibile visitare parenti che vivono nel nostro stesso Comune o ancor più se in uno diverso”.

“Tutto ciò non vale però per l’ANPI, che secondo il Governo può tranquillamente partecipare alle celebrazioni del 25 aprile – prosegue Fusco – una decisione vergognosa, che non porta rispetto ai sacrifici che tutti i cittadini stanno sostenendo e che rende palese la volontà del Governo di rendere questa festa non di tutti gli italiani, ma solo di una certa sinistra per cui non sembra valgano le regole comuni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui