Domani 4 novembre, grande festa ingiustamente negletta

Celebriamola noi l’unità nazionale: tricolori a tutte le finestre!

Non è, il 4 novembre, solo la festa delle Forze Armate, ma quella di tutti i cittadini, giovani e anziani

Non è più un dì festivo dal 1976, molti ragazzi non conoscono neanche il significato di questa ricorrenza, eppure il 4 novembre, la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, è una grande festa nazionale italiana.

Fino a qualche anno fa, nelle ore di educazione civica, a scuola, si studiava l’ordinamento della nostra Repubblica, il significato delle feste nazionali, del tricolore, i ruoli delle cariche governative, statali e amministrative locali.

Poi, ci fu una fase di indifferenza.

Si deve soprattutto a Carlo Azeglio Ciampi la ripresa del significato più autentico della festa del 4 novembre: risvegliare in tutti gli italiani il sentimento dell’ unità nazionale.

Non è, il 4 novembre, solo la festa delle Forze Armate, ma quella di tutti i cittadini, giovani e anziani, che pensano che sia utile la memoria dei Caduti della Prima Guerra Mondiale nell’ottica di un futuro di pace.

Fu istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale. Il 4 novembre infatti è la data dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti (firmato il 3 novembre 1918) e della resa dell’Impero austro-ungarico.

Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria, il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il giorno 4 Novembre fu dichiarato Festa nazionale.

Tante le iniziative organizzate per commemorare il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate in molte città italiane: “Caserme Aperte” e “Caserme in Piazza”, esibizioni di Bande e Fanfare di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri, Polizia. In tutti i comuni capoluoghi di provincia, e in quelli nei quali si registra una significativa presenza di reparti delle Forze Armate, si svolgerà la cerimonia dell’alzabandiera.

Il 4 novembre, naturalmente, anche  la nostra città di Viterbo parteciperà alla celebrazione della Giornata delle Forze Armate e della Festa dell’Unità Nazionale. Ricordiamo che la cerimonia avrà inizio in piazza dei Caduti alle 10, alla presenza delle autorità militari, civili, politiche e religiose.

Anche quest’anno sarà riservata grande attenzione alle nuove generazioni, sia a Viterbo, con la lettura di brani scritti dagli studenti, sia nelle altre città italiane, con conferenze tenute da personale militare nelle scuole. È bene per tutti ricordare e ripercorrere le circostanze storiche e le fasi salienti della Grande Guerra, ma anche essere informati sulle attuali missioni svolte dalle Forze Armate in patria e all’estero. Ricordiamo ed esponiamo il Tricolore, vessillo di libertà, non usiamolo solo dopo le vittorie calcistiche nazionali. Esso è il simbolo di un popolo che trova la sua identità nei principi di fratellanza, di uguaglianza e di giustizia.
Si celebri anche, in questa ricorrenza, la tenacia e anche lo spirito di sacrificio degli appartenenti alla forze Armate, che ogni giorno rischiano la vita, con stipendi non adeguati.

Collegamenti, approfondimenti, documentari, servizi giornalistici nella programmazione televisiva e anche il tricolore a illuminare il palazzo di Viale Mazzini a Roma, sede della Direzione Generale Rai, dalla sera del 3 novembre e per tutta la notte.

Così il Servizio Pubblico si prepara a celebrare il 4 novembre, giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Un palinsesto anticipato, già dal 28 ottobre scorso, dalla campagna “4 novembre 2019. Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, realizzata dal Ministero della Difesa e in onda su tutte le reti Rai.

Riscoprire il nostro patrimonio nazionale, in una società che sembra essere talvolta lontana dai valori di pace, di legalità, di patria, di giustizia, di libertà è fondamentale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui