Celentano, Re del Rock incorona il “Re Matto” Mengoni

Il cantante di Ronciglione è stato definito dal "molleggiato" un artista con "tutte le qualità per diventare un grande nel mondo".

449

“Hai tutte le qualità, non ti manca neanche un puntino, per diventare un grande nel mondo”.

E’ con questo tributo ufficiale che Adriano Celentano, uno dei mostri sacri della discografia italiana, consacra Marco Mengoni nell’Olimpo della musica internazionale.

Il bravissimo cantante di Ronciglione è stato ospite, ieri sera, dell’ultima puntata di Adrian, su Canale Cinque. Insieme hanno interpretato ‘La casa azul’.

Un brano molto impegnativo secondo Adriano Celentano: “Devo dire che sei proprio forte. Questa canzone è difficilissima. Tu mi hai dato otto righe ma io ne ho fatte solo quattro. Non è facile stare vicino a te…”

Marco Mengoni, allora, ha spiegato il significato della sua canzone: “La canzone è dedicata a Frida Kahlo, una donna fortissima, per me è l’emblema della bellezza e della forza. Tra i significati della canzone ci sono anche la gentilezza e la bellezza. Qualcuno diceva che la bellezza salverà il mondo e io sono un sostenitore di questo”.

Mengoni, non nascondendo l’emozione ha quindi confessato: “Dovete capirmi, è emozionante. Io ho giocato agli inizi della mia carriera, dieci anni fa, a dire che ero il re matto. Qui io mi trovo a cantare con il re incontrastato ed assoluto e l’unico vero re del rock e della musica italiana”.

Celentano ha ricambiato la stima, prevedendo un futuro radioso per l’artista: “Io penso che tu mi stia già sostituendo. Tra un po’ verrò a una tua trasmissione. Però non tra molto o per me sarà tardi … Hai tutte le qualità, non ti manca neanche un puntino, per diventare un grande nel mondo”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui