CentesimiAMO: un sogno può diventare realtà grazie al sostegno della comunità

La raccolta dei centesimi… e non solo… da destinare alla realizzazione di un progetto di solidarietà sul territorio viterbese.

312

Può il più piccolo dei centesimi realizzare un’impresa? “Le gocce d’acqua possono diventare mare solo unendosi tra loro”. Afferma così il gruppo CentesimiAMO. Ma che cos’è CentesimiAMO?

E’ un’idea di Rodolfo Valentino, Viterbese attivo da anni nel volontariato e nel sostegno delle disabilità, che ha pensato di realizzare una brocca, la tipica Zaffera viterbese, per raccogliere i centesimi che ognuno di noi tiene in tasca. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare dell’iniziativa nata nel 2017.

“Ci poniamo come obiettivo la raccolta dei centesimi… e non solo… da destinare alla realizzazione di un progetto di solidarietà sul territorio viterbese – racconta – Ognuno può liberamente donare ogni cifra di denaro che ritiene opportuno, inserendoli nella “Brocca di Santa Rosa”, disegnata da Raffaele Ascenzi e realizzata dal Laboratorio di Ceramica “Artistica” o nei salvadanai predisposti nei vari punti di raccolta degli esercizi convenzionati. Quelle monetine dimenticate nel fondo delle tasche se donate agli altri possono diventare molto!”.

Nel 2017 CentesimiAMO ha raccolto oltre 3 mila euro devoluti alla Casa Famiglia del Carmine mentre nel 2018 il ricavato di ben 7.483 euro è stato donato a favore dell’Associazione Campo delle Rose onlus che si occupa di autismo e disabilità psichica. Anche nel 2019 ha visto la raccolta ha visto come beneficiario quest’ultima Associazione impegnata nei lavori di completamento del centro diurno per ragazzi autistici.

“CentesimiAmo è un’iniziativa a km 0, tutto il ricavato rimane sul nostro territorio della Tuscia – afferma Valentino – Il progetto di Campo delle Rose è realizzare una un luogo attrezzato, specializzato e all’avanguardia dove ragazzi e famiglie possano trovare assistenza e serenità. La struttura è già costruita, ma non è completata. Si trova su un terreno di 22 ettari nel comune di Viterbo, confinante con Marta e Montefiascone. Una volta ultimata potrà ospitare 40 ragazzi. Permetterà loro di svolgere attività importanti al suo interno per il miglioramento della loro vita e quella delle loro famiglie e andrà a garantire il “dopo di noi”, pensiero primario di un genitore con un figlio diversamente abile”.

CentesimiAMO vede la collaborazioni di partners che hanno sposato da subito l’idea, Lux Rosae, Avis Comunale di Viterbo, Sodalizio dei Facchini di S. Rosa, CRI Comitato Viterbo, Comune di Viterbo, Confartigianato Viterbo, Consulta Comunale del Volontariato e Banca Lazio Nord. E tantissimi sono anche gli amici e le attività commerciali che hanno scelto di accogliere l’iniziativa, esponendo il salvadanaio per raccogliere le donazioni.

Come diventare punto di raccolta di CentesimiAmo? Va scaricata e stampata la locandina disponibile sulla pagina Facebook del gruppo, creato un contenitore, inviata una foto del locale con locandina e “brocca” e credere che un sogno anche grazie al sostegno della comunità possa diventare una magnifica realtà.

Per tutte le informazioni https://www.facebook.com/centesimiamo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui