Centri per l’impiego, Panunzi (Pd): “Nuovi sedi e sportelli e più personale per la provincia di Viterbo”

132
“Nuovi sedi e sportelli e più personale per la rete dei centri per l’impiego della provincia di Viterbo”. Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Enrico Panunzi, in seguito dell’approvazione da parte della Giunta Regionale della delibera sulla riorganizzazione della rete dei servizi pubblici per il lavoro nel Lazio.
“Apriranno le sedi di Montefiascone e Vetralla e lo sportello di Bagnoregio – prosegue il vice presidente della X commissione -. Si aggiungeranno ai centri per l’impiego di Viterbo, Tarquinia e Civita Castellana e agli sportelli di Acquapendente, Bolsena, Canino e Orte, che sono stati riconfermati. In questo modo, rispetto al passato, sarà garantita una presenza più capillare e omogenea sul territorio, con un potenziamento dei servizi per favorire l’incontro tra imprese, formazione e persone in cerca di occupazione e per garantire una sempre migliore efficienza delle misure di politica attiva del lavoro”.
La Regione Lazio si doterà di “hub” specialistici individuati su base territoriale in ogni città capoluogo competenti a svolgere attività riguardanti l’accompagnamento al lavoro; l’incontro domanda offerta; la gestione delle azioni definite nei piani di ricollocazione (crisi aziendali); il collocamento mirato; i servizi alle imprese. Per la Tuscia, Viterbo sarà l’“hub 5” composto da Civita Castellana, Montefiascone, Tarquinia e Vetralla.
“Esprimo soddisfazione e ringrazio l’assessore regionale a lavoro, scuola e formazione Claudio Di Berardino per il risultato ottenuto, frutto di un lungo percorso di confronto con le organizzazioni sindacali e le parti datoriali al quale ho partecipato – conclude il conigliere regionale Panunzi -. Anche alla luce dell’emergenza causata dal covid, era indispensabile e non più rinviabile il potenziamento della rete dei servizi pubblici per il lavoro territoriali, mediante l’apertura di nuovi centri per l’impiego e uffici locali dell’Agenzia Spazio Lavoro, per rafforzare la prossimità, la qualità e l’accuratezza dei servizi ai cittadini e alle imprese, riducendo il rapporto fra utenti e operatori, anche mediante il rafforzamento dell’organico di personale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui