Che caldo! Fuga verso il mare e i laghi. Piano della regione per l’emergenza solleone

Dopo un maggio di continue piogge e maltempo la bella stagione sembra finalmente essere arrivata e, con essa, anche l'innalzamento delle temperature

340
lago vico

La prima ondata di caldo si è abbattuta sulla Tuscia.

Dopo un maggio di continue piogge e maltempo la bella stagione sembra finalmente essere arrivata e, con essa, anche l’innalzamento delle temperature.

In questo primo week end di bel tempo sono in molti i Viterbesi ad aver scelto la spiaggia nel tentativo di mitigare l’arrivo del caldo recandosi tanto nelle note località marittime o lacustri.

Secondo alcuni dati Istat nella città di Viterbo il 17% tra i 15 e i 35 anni passeranno il week end verso Ostia, Civitavecchia, Montalto e Tarquinia.

Un 25% dai 45 ai 65 preferisce passare il fine settimana nei paesi del lago, come Bolsena e Vico, per l’abbondante fresco provocato dall’ambiente. Un buon 40% trascorre gli ultimi due giorni della settimana nelle proprie abitazioni con il condizionatore acceso.

Intanto, in risposta al repentino cambio del meteo, la regione ha reso operativo il piano per tutelare dalle ondate di calore le fasce di popolazione più a rischio con particolare occhio di riguardo per gli over 60.

Ciascun soggetto a rischio è stato inserito attraverso una scheda personale nel programma dove la copertura assistenziale è garantita dai medici di medicina generale aderenti al piano di sorveglianza per l’emergenza caldo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui