Chiusi anche i centri estetici in tutto il territorio nazionale

362
Ph. Der Spiegel

Chiusi anche i centri estetici su tutto il territorio nazionale:ai centri estetici non è consentito svolgere la propria attività
(trattamenti estetici) in quanto non sono in grado di garantire il
rispetto della distanza di almeno un metro tra i clienti ed estetiste, che
siano titolari o dipendenti, con sanzione della sospensione
dell’attivitàin caso di violazione.

Le attività di estetica per loro natura si trovano in presenza di
condizioni strutturali e organizzative che non consentono il rispetto
della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, pertanto tali
strutture dovranno essere chiuse.

Sono sospese inoltre tutte le attività dei centri benessere, ovvero tutte le attività
regolamentate dalla Legge 4 gennaio 1990 n. 1, che effettuano
trattamenti estetici o di benessere sulla superficie del corpo umano, a
prescindere dal codice Ateco di appartenenza, precisando che tale
codice non è altro che la classificazione delle attività ai fini fiscali,
contributivi e statistici e che, ai fini del DPCM, non determinano
alcuna distinzione tra centro estetico e centro benessere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui