Chiusura anticipata dei locali e smart working: ecco le probabili novità del nuovo Decreto

135

Veloce ed imprevista. Purtroppo l’impennata dei contagi da Covid-19 delle ultime 24 ore è stata così repentina da convincere tutti che sia necessario rivedere i propri comportamenti, adattandoli a una maggiore attenzione e a un grande senso di responsabilità. Ne va della salute della collettività.

In Italia, si sono sfiorati i 5.500 nuovi contagi. Anche a Viterbo e nella Tuscia si registra una crescita esponenziale.
Sembra che il Premier Conte, intanto, sia pronto a emamare un nuovo DECRETO che entrerà in vigore dal 15 ottobre.

Nel nuovo DPCM dovrebbero essere contenute norme per la riduzione degli invitati alle feste e ai party privati: non più di 10 persone. Lo stesso discorso sarà per le cerimonie nuziali che saranno possibili solo tra pochi intimi.

Ritornerà lo SMART WORKING per snellire la presenza di persone negli uffici ed evitare assembramenti.

Sembra che si voglia attuare anche la CHIUSURA ANTICIPATA di alcuni locali (bar, pub, ristoranti) con lo stop agli alcolici dopo le 22.

Chi potrà rimanere all’aperto? Solo i clienti seduti al tavolo, con il rispetto del distanziamento. Inoltre non si potrà sostare in piedi nelle piazze, soprattutto la sera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui